Translate in your language

venerdì 10 ottobre 2014

Ferrovie del Sud Est: i veri guai giungono dopo gli incidenti stradali

     I manuali di scuola guida consigliano di guidare in modo adeguato alle caratteristiche dei veicoli e alle condizioni della strada e del traffico adottando le cautele dettate dal buon senso e mostrando forte senso civico.
     Ma a volte accade l’inevitabile. Spenta l’auto, si mette in moto un meccanismo perverso noto e inevitabile. I coinvolti nel più blando dei sinistri escono di scena, ma ne finanziano ogni atto, ed entrano in campo nuovi personaggi: assicuratori, periti e carrozzieri. Come difensori, centrocampisti ed attaccanti, si passano la palla, anzi le cifre numeriche con una leggerezza che non si addice alle somme in denaro. Sono numeri inflazionati e non c’è freno a questa abitudine. Spesso pare che il perito che, presa visione del veicolo, stima il danno sia in possesso degli stessi listini dei carrozzieri con prezzi astronomici anche per riparare abrasioni, e non raschi profondi, o gibbolle (se ne parlò in un servizio della trasmissione “Le Iene”). Gli assicuratori risarciscono i danni, nei limiti del massimale, per poi infliggere il loro colpo mortale nelle rate della polizza. Dal carrozziere, sempre più simile ad un orefice, si recano in pochi. Quando gli incidenti provocano solo danni alle cose, ci si può avvalere del modulo di constatazione amichevole redatto dai due conducenti coinvolti al fine di effettuare la denunzia all’assicurazione. Il modulo prevede che si realizzi lo schizzo illustrativo della dinamica dell’impatto. C’è sempre in un sinistro qualche sinistro individuo che cerca di trarne vantaggio dichiarando dinamiche e attribuzioni di colpe che si discostano dalla realtà. È il caso degli urti avvenuti contro i bus blu delle Ferrovie del Sud Est. Statene alla larga perché se la vostra vettura dovesse collidere con una delle loro, nonostante la constatazione amichevole e la consolidata responsabilità concorsuale (art. 2054, comma 2 Codice Civile), loro dichiareranno di aver ricevuto danni in misura maggiore di quelli realmente cagionati. Le abrasioni diventeranno ammaccature. Inoltre attribuiranno responsabilità esclusiva di quanto avvenuto ai piccoli conducenti. La richiesta di risarcimento che invieranno sarà corredata da descrizioni che non rispettano la logica delle traiettorie e i principi della meccanica, parte della fisica che studia il movimento. Ferrovie del Sud Est, facciamo in modo che quel blu Pacifico, come l’oceano, richiami la bellezza di quelle acque e non la profondità capace di inghiottire l’umana onestà. 
     Da “La Gazzetta del Mezzogiorno”, venerdì 18 maggio 2012, p. 24.

L'articolo fa parte della sezione "Attualità & Cultura". Potrebbe interessarti anche:
- Zoccolaggine? Inzitellito? Non sorridere, ora si può dire ;
- Con la guida di Papa Francesco ristrutturiamo il senso della fede ;
- Addio, anzi, arrivederci Neil Alden Armstrong ;
- Non credo più in questa società ;
- 2012: il mondo finisce o non finisce? Il nuovo dubbio amletico ;
- Costa Concordia: la vacanza che non dimenticherai ;
- Eredità della Apple. La lezione di Steve Jobs: gli ostacoli fanno l’uomo ;
- Nonni: rete di sostegno o riserve dei genitori? ;
- Il tempo è tiranno, è bene dunque non sprecarlo ;
- Morire in spiaggia in un mare di indifferenza ;
- Diciamo(lo) a Calvino, anzi non diciamolo ;
- L’estenuante fatica di essere una donna e... il femminicidio ;
- I disastri naturali si abbattono contro l’uomo che non fa ammenda ;
- Fukushima: l’età dell’incertezza nell’era energetica ;
- Questa storia del «tempo di crisi». Un alibi per vendere fumo via sms ;
- Quelle prediche inutili nel giorno di San Silvestro .

L'articolo rientra anche nella categoria "Sicurezza stradale". Potrebbe interessarti anche: 
Ferrovie del Sud Est: i veri guai giungono dopo gli incidenti stradali ; 
Non si è mai pronti alla perdita di un figlio. Per non dimenticare Daniele Bonante ; 
- Con l'autovelox al posto giusto si risana il debito pubblico ; 
- Via Vassallo, Bari, la superstrada della morte (video) ;
Jaywalking, il reato per cui resto impunita... in Italia ; 
- Quando l'assicurazione non assicura il tacito rinnovo... .

Nessun commento:

Posta un commento