Translate in your language

domenica 31 luglio 2016

Fare delle ricerche con i nuovi strumenti - Scuola "G. Santomauro"

Fare delle ricerche con i nuovi strumenti
Rivoluzione o regressione?
     Ormai la frase “vai a vedere sull’enciclopedia” è stata spodestata quasi del tutto da “vai su internet”. Sul web tutto è più rapido e a portata di un semplice click. Ciò accade a causa della diffusione dei cosiddetti nuovi strumenti: computer, smartphone, tablet, divenuti parte integrante della nostra routine. Grazie a loro si possono consultare i numerosi motori di ricerca presenti in rete.
     Ci si trova ad interrogarsi sull’utilità delle ricerche. Esse servono a conoscere gli argomenti di cui si è ignari, oppure ad approfondire temi sui quali si sa poco. Con l’avvento di internet si può notare la presenza di voci enciclopediche incomplete o inesatte. Un esempio è dato da Wikipedia, la cui consultazione è immediata come anche, talvolta, le sue imprecisioni.
     Il web ha un vantaggio indiscusso, ossia la possibilità di essere fruito da chiunque, ovunque. Senza questi strumenti tecnologici il sapere non avrebbe  raggiunto il progresso al quale assistiamo.
     I più giovani sono anche i più propensi a servirsi della rete rispetto ai mezzi cartacei. Dichiarano di apprezzare la maggiore velocità del web, la possibilità di selezionare i contenuti più interessanti, la presenza di più immagini e fotografie, la leggerezza dello strumento di consultazione, il non dover ordinare nuovi volumi dell’enciclopedia che siano aggiornati.
     Vecchie e nuove generazioni vivono realtà diverse. Oggigiorno enciclopedie, giornali e dizionari sono stati soppiantati dalle risorse online.
     Esiste un enorme svantaggio. I nuovi strumenti ci rendono schiavi della tecnologia e ci divorano la vita sociale (con le varie distrazioni virtuali). In molti sono diventati asociali e convinti che tutto quello di cui si ha bisogno è disponibile in rete.
     La questione lavorativa ha un duplice aspetto: internet offre nuove opportunità di lavoro e carriera, ma anche di notorietà. Tuttavia vi sono casi in cui la navigazione distrae gli impiegati e ne diminuisce la produttività.
     Oggi ci stiamo adeguando tutti ad una nuova vita di connessioni senza fine. Digitare una parola e cliccare il tasto invio ci illude di trovare un’infinità di risposte, ma ha anche ridotto il numero di cartoline o lettere spedite e indebolito il nostro spirito critico. Purtroppo il progresso ci ha privati di un elemento prezioso che è la curiosità.
     Ormai siamo quasi obbligati ad avere un apparecchietto wi-fi in casa ed un collegamento senza limiti di tempo.
     Questa nuova invenzione che è internet ha invaso le nostre vite, ma ciò non impedisce alle enciclopedie o ai buoni libri di sostituire una ricerca di qualità.
     La redazione: Luca Abrescia, Giulia Amenduni, Paolo Botta, Rebecca Bragazzi, Fabio Antonio Caccamo, Anna Gioia Carnevale, Sara Cason, Alessio Corsini, Anna De Vita, Erica Di Candia, Giordano De Riso, Siria Elena Di Candia, Martina Mangieri, Giulio Masciopinto, Martina Rendina, Martina Santacroce, Gianluca Tunzi, Ilaria Verni.
     Scuola “G. Santomauro” A.S. 2015–2016

Visita le sezioni "Gli alunni della Santomauro" e "Newspapergame"
Potrebbe interessarti anche:

mercoledì 27 luglio 2016

Origami 3D. Il cigno

     Il post dedicato agli origami modulari era stato introdotto dalle seguenti parole: «Il livello avanzato degli origami è quello degli origami modulari». Non è totalmente esatto. Esiste un gradino superiore a quello degli origami modulari, sul quale trionfano gli origami 3D. È con gli origami tridimensionali che si fa sul serio poiché questa tecnica si basa sull’intersezione di moduli identici molto più numerosi degli origami modulari. Dovrete munirvi di molta pazienza per preparare centinaia di moduli.
     Al termine del lavoro la struttura risulterà robusta. Potrete smaltare o laccare il lavoro, oppure lasciarlo così com’è.
     Ho realizzato un cigno impiegando 180 moduli bianchi ed uno arancione (di dimensioni inferiori per il becco). 
     Per creare i moduli ho utilizzato fogli di carta di dimensioni 4 x 6 cm.
Origami 3D. Il cigno

Della sezione "Origami" fanno parte anche:
Origami a tema: gli origami acquatici ;
Origami coi fiocchi! ;
Dagli origami semplici agli… origami modulari ;
L'arte degli origami ovvero l'esercizio della manualità ;
Origami 3D. Ruota e motocicletta ;
Origami. Albero di Natale con tovagliolo di stoffa ;
Ninfea sottobicchiere con tovagliolo ;
Origami presidenziali - Burattini da dita ;
Origami 3D. Tavolino elegante ;
Origami semplici: camicia con cravatta ;
Stella in rilievo .

domenica 24 luglio 2016

Il mondo del lavoro: è meglio non crescere - Scuola "G. Santomauro"

     La mancanza di lavoro è una questione di bruciante attualità. In Italia la disoccupazione è un problema che persiste da oltre vent’anni.
     La scarsità delle strutture e degli enti che indirizzano al lavoro contribuisce alla difficoltà nella ricerca di una professione.
     Negli ultimi anni la richiesta di personale flessibile è aumentata notevolmente comportando la diminuzione di personale specializzato.
     In alcuni settori lavorativi del nostro paese l’indisponibilità lavorativa è maggiore perché il costo degli impiegati italiani è superiore rispetto a quello degli stranieri.
     Un’altra problematica è la ricerca di un’occupazione da parte dei giovani per i quali non è più realistico pensare al posto fisso, quello che li occuperebbe fino alla pensione garantendo un reddito stabile.
     Abbiamo assistito a tanti cambiamenti tra cui le caratteristiche ricercate nel lavoratore come la conoscenza di almeno una lingua straniera e la capacità di utilizzare il computer.
     Secondo noi la mancanza di posti nel mondo del lavoro è una mortificazione. Al giorno d’oggi è uno spreco essere così tecnologicamente avanzati, ma superficiali e arretrati su questioni così importanti.
     Il gruppo di redattori: Anna Gioia Carnevale, Martina Mangieri, Martina Santacroce, Gianluca Tunzi.
     La redazione, tutta: Giulia Amenduni, Fabio Antonio Caccamo, Anna Gioia Carnevale, Sara Cason, Alessio Corsini, Anna De Vita, Giordano De Riso, Siria Elena Di Candia, Martina Mangieri, Giulio Masciopinto, Claudia Morelli, Martina Rendina, Sofia Risola Iandolo, Martina Santacroce, Gianluca Tunzi, Ilaria Verni.

mercoledì 20 luglio 2016

Lego e gli Afol, Adult Fan Of Lego

La scorribanda legale ha la sua Web Tv
Fiondatevi sul canale ... E dopo la visione… fate la cosa giusta:
Mettere un mi piace   Iscriversi al canale   condividere il video 
Like  subscribe  share
Della sezione "Vlog o Web Tv" fanno parte anche:

domenica 17 luglio 2016

Polveri sottili: un pericolo in crescita. Come contrastarlo? Scuola "G. Santomauro"

     Ogni giorno siamo esposti a un pericolo di cui spesso siamo inconsapevoli: le polveri sottili. Sono particelle che si disperdono e si accumulano nell’aria. Inalarle è inevitabile così come i problemi di salute che causano.
     Le polveri sottili o particolato hanno diverse grandezze, più piccole sono più danneggiano l’organismo raggiungendo i polmoni.
     Le più conosciute sono le PM 10 e le PM 2,5 ma ne esistono di più piccole come le PM 1 o 0,1 o le nanopolveri. Il loro nome dipende dal diametro che hanno.
     Le cause della loro formazione sono di diverso tipo: naturali come ad esempio polline, batteri, ceneri delle eruzioni vulcaniche; e artificiali come smog automobilistico, riscaldamento domestico, emissioni delle industrie, fumo di sigaretta, fibre di amianto e molte altre.
     Le conseguenze di questa convivenza quotidiana ci riguardano molto da vicino: dalle semplici allergie o irritazioni dell’apparato respiratorio fino al cancro.
     Anche i gesti più comuni come le passeggiate in bicicletta o le corse al parco ci espongono a rischi come irritazioni di naso e gola, asma, arrossamento degli occhi e col tempo problemi molto più gravi.
     Anche noi, senza rendercene conto, contribuiamo all’aumento delle polveri sottili nell’aria della nostra città. Lo facciamo compiendo i comuni gesti di tutti i giorni come l’utilizzo dell’automobile (anche per tratti brevi) e il riscaldamento in casa.
     Come possiamo contrastare questa situazione? Possiamo partire da piccoli buoni propositi: preferire l’uso della bicicletta e dei mezzi pubblici, far revisionare le nostre auto o dotarle di un filtro antiparticolato.
     Per fare in modo che il miglioramento avvenga, dobbiamo diffondere la conoscenza di questo problema eliminando l’ignoranza. Serve veramente poco per rendere migliore la nostra città.

     L’articolo ha partecipato all’edizione 2016 del Newspapergame ed è apparso su “La Gazzetta del Mezzogiorno”, 15 marzo 2016, p. VII.
     Il gruppo di piccoli redattori: Giulia Amenduni (IIC), Sara Cason (IIC), Anna De Vita (IIC), Erica Di Candia (IIC), Gianluca Tunzi (IIA).

     La redazione, tutta: Luca Abrescia, Giulia Amenduni, Paolo Botta, Rebecca Bragazzi, Fabio Antonio Caccamo, Anna Gioia Carnevale, Sara Cason, Alessio Corsini, Anna De Vita, Erica Di Candia, Siria Elena Di Candia, Martina Mangieri, Giulio Masciopinto, Claudia Morelli, Martina Rendina, Sofia Risola Iandolo, Carlotta Salvati, Martina Santacroce, Gianluca Tunzi, Ilaria Verni.
     Scuola “G. Santomauro” A.S. 2015–2016

Visita le sezioni "Gli alunni della Santomauro" e "Newspapergame"
Potrebbe interessarti anche:

mercoledì 13 luglio 2016

Lampada di Wood per vedere se le banconote sono false

“La scorribanda legale” ha la sua Web Tv
Fiondatevi sul canale ... E dopo la visione… fate la cosa giusta:
Mettere un mi piace   Iscriversi al canale   condividere il video 
Like  subscribe  share
Scopri di più sui prodigi della Lampada di Wood.
Della sezione "Vlog o Web Tv" fanno parte anche:

domenica 10 luglio 2016

Sculture con i palloncini. Cane, barboncino

     Il barboncino rientra nella categoria dei cani da compagnia ed è inequivocabilmente il più fedele amico dell’uomo.
     È considerata una delle razze canine più intelligenti al mondo. È brillante, simpatico, vivace, affettuoso e giocoso. Si adatta alla compagnia dei bambini. 
     Le considerazioni elencate di adattano perfettamente al barboncino inanimato realizzato con una scultura di palloncini. 
Sculture con i palloncini. Cane, barboncino
Della sezione "Sculture di palloncini" potrebbe interessarti anche:
Mix di sculture ;

mercoledì 6 luglio 2016

Arriva l’estate. Non abbandonate il vostro amico più fedele

Non è necessario compiere viaggi interstellari alla ricerca di nuovi mondi perché esistono tanti universi inesplorati intorno a noi. Uno di questi riguarda l’avere un cane. La sua aria da cucciolone farà tornare indietro il tempo all’epoca dei giochi d’infanzia. Se instaurerai un dialogo e lo addestrerai, noterai quanto il tuo cane ti sarà affine e potrai cedere all’adagio «gli manca solo la parola». Quando avrai una giornata molto triste lui metterà da parte le sue necessità per esserti accanto e se piangerai sentirai un’eco: sarà il suo pianto perché il cane è solidale verso il suo padrone. Chi si concede l’avventura di avere un cane si ritrova spesso a domandarsi come abbia fatto a vivere senza fino a quel momento.
Arriva l’estate. Non abbandonate il vostro amico più fedele Silvana Calabrese e Tello
La chiave di un ottimo rapporto col vostro cane è rispettarlo e comprenderlo. Solo in questo modo sarà… uno di famiglia. Ma esistono persone senza cuore che non colgono il senso profondo di queste parole. Si tratta di individui che quando guardano il cane, acquistato o preso nel canile, vedono solo un oggetto animato che sottrae tempo ai propri svaghi. L’entusiasmo iniziale è ormai svanito, così come sfumano le passioni velleitarie e mal ponderate. Che il cane sia un impegno è un concetto da tenere ben presente prima di accoglierne uno tra le mura domestiche.
Vi siete mai mostrati sofferenti al cospetto di un cane, vostro o altrui? Noterete in lui/lei un rapido sussulto e in qualche modo cercherà di consolarvi. Gli amici a quattrozampe provano dei sentimenti anche verso i padroni che si curano poco di loro. C’è da chiedersi quale sia lo stato d’animo che pervade la nostra mente quando vediamo un randagio dal finestrino dell’auto. A noi il sussulto non parte in automatico, passiamo oltre. E se proprio noi siamo stati protagonisti di un abbandono non ci lasciamo raggiungere nemmeno dai sensi di colpa. È evidente che un cane, oltre ad uno straordinario fiuto, possiede anche la rara virtù della fedeltà unita ad una sensibilità che gli uomini dovrebbero emulare poiché estranea alla loro indole.
Nei periodi estivi o di tedio non lasciatevi andare a gesti di mostruosità d’animo abbandonandolo nei luoghi più disparati. Non è ciò che si merita il vostro più fedele ed insostituibile amico. Tuttavia, se riconoscete di non essere in grado di accudire un cucciolo provvedete a trovargli una nuova dimora. Potreste affidarlo a persone che desiderano un cane, oppure portarlo in un canile. Ci si può liberare del piccolo fido civilmente lasciandolo in luoghi sicuri che non minino la sua incolumità. Questo almeno glielo dovete. 
Da “La Gazzetta del Mezzogiorno”, 23 giugno 2016, p. 22. 

domenica 3 luglio 2016

Università degli Studi di Bari Aldo Moro fa acqua

La scorribanda legale ha la sua Web Tv
E dopo la visione… fate la cosa giusta:
Mettere un mi piace   Iscriversi al canale   condividere il video
Like  subscribe  share
Della sezione "Vlog o Web Tv" fanno parte anche:
Scopare fa bene alla salute ; 
Attentato Parigi, fuga cervelli e responsabilità governo ; 
AIC Celiachia. Celiaci di tutta Italia unitevi!  ; 
OMS. Sovrappeso e obesità: epidemie globali ; 
Come evitare di perdere i propri risparmi ; 
Astensionismo referendum trivelle petrolio mare ; 
La Buona Scuola inasprisce vecchie polemiche ; 
Con la crisi economica fai shopping visivo ; 
Come fare a ridurre le emissioni di CO2 ; 
Passione Lego, impossibile resistervi. Grazie Lego ; 
- I call center dei molesti gestori telefonici ; 
- Videomessaggio sindaco Bari Antonio Decaro Parco 2 giugno
- Silvana Calabrese, direttore de "La scorribanda legale" ; 
- Dividere i risparmi per pararsi il... conto ;
Lampada di Wood per vedere se le banconote sono false ;
Lego e gli Afol, Adult Fan Of Lego ;
Annuncio, cercasi boss per matrimonio ;
La grande energia delle ispirazioni ;
Lightstick bastoncini luminosi chimica divertente ;
Immigrati non integrati mala Italia sospensione Schengen ;
La chiusura di Equitalia, come una barzelletta ;
- Via Vassallo, Bari, la superstrada della morte ; 
Le ricerche su Wikipedia, ma con metodo .